(15 min in auto • 11,5 Km)

In epoca romana, dove ora si trova il Comune, sorgeva la cittadina di Pitinum Pisaurense. Provenendo da Carpegna si incontra, infatti, il sito archeologico dell’antica Pitinum Pisaurense e la Pieve romanica di San Cassiano (sec. XI). Da qui si raggiunge il lago artificiale con area attrezzata e parco giochi per bambini, ideale per una passeggiata. Dal lago, costeggiando il torrente Apsa, si entra nel percorso ecologico che conduce al Mulino delle Monache.

L’abitato di Macerata Feltria è diviso in due parti: la parte alta, “il castello”, cioè il centro storico dove il Palazzo del Podestà (sec. XIII-XIV) ospita il museo archeologico e la Torre Civica, sede della sezione paleontologica del museo (visita guidata su appuntamento Sig. Giuseppe Rossi). Poco lontano, sorge la Chiesa di S. Giuseppe al Castello con uno splendido portale in cotto decorato e, all’interno, inginocchiatoi e scranni lignei.

(19 min in auto • 13,5 Km)

Luogo d’interesse: il convento di Monte Illuminato. Secondo la tradizione, su quest’altura, San Francesco, durante il suo cammino, restituì la vista ad una giovane cieca. Da qui il nome “Monte Illuminato”.

(21 min in auto • 16,8 Km)

Il paese merita una piccola tappa, per avere una bella panoramica del lago. Seguendo la strada che conduce a Sassocorvaro, si può scendere al lago, dove c’è una piacevole passeggiata e uno spazio ombreggiato con chiosco. Il lago è alimentato dal fiume Foglia che nasce a Sasso Aguzzo (AR), sempre nel Montefeltro. Percorre questa valle lambendo vari comuni: Belforte all'Isauro, Piandimeleto, Lunano, Sassocorvaro, Auditore, fino a sfociare nel mare Adriatico a Pesaro.

Cosa fare a Carpegna

 

SCORPI LE ATTIVITA'  E GLI ITINERARI