(19 min in auto • 12,5 Km)

Rocca Feltresca, architettura che ha mantenuto il suo particolare fascino inalterato, capace di accogliere e ospitare al suo interno, vari tipi di eventi e manifestazioni.

(14min in auto • 9,3Km)

Con la denominazione Montecopiolo si intende invece una parte ben precisa del territorio comunale, comprendente varie frazioni tra cui Villagrande, frazione capoluogo, così chiamata perché qui ha sede il municipio.

Sopra all’abitato di Villagrande, sorgeva il castello di Montecopiolo, originario del X secolo e culla della famiglia Montefeltro, signori di Urbino. Ora ne restano solo i ruderi; è area archeologica, fruibile al pubblico con percorsi e visite guidate. Gli storici sono propensi a ritenere che alcune frazioni comunali quali la stessa Villagrande siano sorte in seguito alla distruzione del Castello di Montecopiolo e al conseguente progressivo abbandono da parte della popolazione che si è sparsa e riversata nei dintorni dando origine a questi nuovi abitati.

Scendendo dal castello, c’è un parco verdeggiante sul monte Montone, consigliabile per una passeggiata a piedi fino sulla sommità o addentrandosi nei percorsi segnalati.

Sul versante di Montecopiolo, nasce il fiume Conca, a circa 1400 m.

(36 min in auto • 24,8 Km)

splendido balcone sulla vallata del Conca. Il centro storico dalla forma a spirale, tipicamente medievale, conserva al centro la torre civica, visitabile internamente. Tutto il territorio è caratterizzato da antichissime sorgenti di acque minerali, già note in epoca romana. Oltre alle terme, c’è un’altra iniziativa per cui Monte Grimano merita una menzione particolare. E’ il paese del “bookcrossing”, come recita un cartello posto all’inizio del paese. Il progetto di bookcrossing (letteralmente passaggio di libri), consiste nel portare un libro, da condividere con altre persone, in una delle apposite postazioni (casette di legno, color fuxia), per portarne un altro a casa, gratuitamente. Qui non c’è una biblioteca, non c’è una libreria, ma si percepisce tanta voglia di leggere. Molti luoghi invitano alla lettura, come una splendida terrazza, da poco inaugurata, in un angolo del borgo panoramico e ombreggiato, con tavolini e panchine dove poter godere di piacevoli momenti di lettura in una cornice naturale fantastica. Inoltre, troviamo la torre civica, diventata il cuore del progetto e denominata “La torre dei libri”.

(20 min in auto • 14,7 Km)

Da visitare la chiesa parrocchiale di S. Agostino con affreschi del ‘300 e ‘400 e soprattutto, il castello dei Conti Oliva, meno famoso del Palazzo dei Principi di Carpegna, ma assolutamente degno di nota. E’ visitabile, prenotando la visita (guida: Valentina). Nel castello si trova la Sala dell’Araldica, il Museo della Civiltà Contadina, il Museo delle Scienze della Terra e l’Erbario delle Marche, con una ricca raccolta di piante ed erbe della regione.

Cosa fare a Carpegna

 

SCORPI LE ATTIVITA'  E GLI ITINERARI